Chi siamo

 

Nel 1957 nasce a Torino, su intuizione del prof. Federico Maria Pacces e con il sostegno delle principali realtà economiche ed imprenditoriali torinesi, la Scuola di Amministrazione Industriale (SAI).

Si realizza così uno dei primi e più significativi esempi di collaborazione strategica fra il mondo accademico e quello imprenditoriale per la formazione di risorse manageriali.
Nel dicembre 1974 la SAI cambia la sua denominazione in Scuola di Amministrazione Aziendale (SAA) dell’Università degli Studi di Torino, unica Business School italiana a:

  • far parte integrante dell’ordinamento universitario;
  • rilasciare diplomi legalmente riconosciuti;
  • operare nella città simbolo della cultura industriale italiana;
  • introdurre percorsi di apprendimento tarati sulle reali esigenze del mondo imprenditoriale.

Tutte queste unicità hanno risposto a un’unica mission: formare manager capaci di guidare le imprese verso i risultati.

La SAA, fin dalla sua origine, si è distinta per la sua capacità di anticipare i cambiamenti e rappresentare un concreto laboratorio per la sperimentazione e lo sviluppo di metodologie formative innovative sia per la didattica universitaria sia per la formazione manageriale.

Con oltre mezzo secolo di esperienza nella didattica e nella collaborazione con le imprese, SAA è pienamente consapevole dei processi di cambiamento del mondo aziendale ed è in quest’ottica che ha arricchito la propria offerta formativa, inserendo percorsi atti a rispondere alle mutate logiche del fare business.
Un altro tratto qualificante dei propri percorsi di apprendimento è rappresentato dal corpo docente che sintetizza, in un mix a elevato valore aggiunto, la conoscenza e il rigore scientifico del mondo accademico con la concretezza e l’esperienza di chi opera in una realtà aziendale.

La Struttura, integrata con l’Università degli Studi di Torino, ha realizzato progetti interdisciplinari che hanno per oggetto il management nelle
sue diverse declinazioni: è stata ed è il collegamento tra mondo della ricerca, alta formazione e tessuto economico.

Nel gennaio 2013 si configura SAA S.c.ar.l. che, capitalizzando esperienza, conoscenza e relazioni con il tessuto economico, collaborazione con l’Università si pone il duplice obiettivo di:

  • proseguire ed intensificare la collaborazione con le Università nello sviluppo di percorsi di alta formazione manageriale plurisettoriali ad elevata intensità didattica;
  • offrire alle imprese progetti formativi integrati che coniughino la solida esperienza nella formazione manageriale con i reali bisogni dei committenti.


Il progetto scientifico del Dipartimento di Management è volto a cogliere nella sua interezza la complessa realtà del contesto aziendale.

Il punto di osservazione è l’AZIENDA e l’attività amministrativa che si realizza all’interno della stessa (MANAGEMENT):

  • si osserva come l’azienda opera all’interno del sistema ambientale, che la vede agire nelle mutue relazioni con il suo contesto specifico, il quale viene colto come vincolo e opportunità per la realizzazione della sua attività economica (ad esempio, la normativa fiscale, le condizioni economiche, sociali e culturali, le dinamiche demografiche, ecc.);
  • tale analisi è riferita a tutti i momenti di vita dell’azienda: dalla sua costituzione, attraverso le sue manifestazioni di vita (quali la definizione del modello di business e l’implementazione della strategia imprenditoriale, lo studio del mercato e dei desideri dei consumatori, la definizione del ciclo di produzione economico-tecnica, l’innovazione continua dei prodotti e dei processi aziendali, la gestione e l’organizzazione del fattore produttivo capitale e lavoro, la valutazione del suo stato di salute) fino alle fasi di crisi, ristrutturazione e risanamento aziendale;
  • l’approccio di studio condiviso è quello per aree funzionali – intese come l’insieme di operazioni di gestione omogenee sotto il profilo dell’oggetto posto in essere e delle competenze tecniche ed economiche necessarie per il raggiungimento dello scopo  (si pensi al marketing, alla produzione, alla finanza, all’organizzazione, all’amministrazione e controllo, oltre alla strategia) – oltre che per processi, intesi come un insieme di attività che utilizza input di varia natura per realizzare un output, al fine di raggiungere obiettivi predefiniti (si pensi al processo di acquisto, al processo di vendita, ecc.);
  • tale approccio di studio è applicabile alle diverse tipologie di aziende (private e appartenenti a vari settori, aziende pubbliche, non profit) e all’attività professionale.